Giornata mondiale dell’attività fisica 2023

Guido MBNews Simfer

GIORNATA MONDIALE DELL’ATTIVITÀ FISICA, CONVERSANO (HAPPYAGEING):
“NECESSARIA PER GARANTIRE UNA BUONA QUALITÀ DELLA VITA ANCHE AGLI OVER 65. IMPORTANTE L’ATTENZIONE DIMOSTRATA DAL MINISTRO SCHILLACI”

Sen. Zullo (Intergruppo Parlamentare Invecchiamento Attivo): “Nei decreti attuativi DDL Delega Anziani lavoreremo per promuovere il movimento nella terza età”

Massucci (SIMFER): “Attività fisica per gli anziani è vitale per corpo e spirito, bastano pochi minuti al giorno, anche in casa”

 

Roma, 6 aprile 2023 – In occasione della Giornata Mondiale dell’Attività fisica, che ricorre come ogni anno oggi, HappyAgeing – Alleanza Italiana per l’Invecchiamento Attivo ricorda l’importanza del movimento anche per gli over 65, per migliorare il proprio stato di salute e mantenere una buona qualità di vita.

“Un’attività fisica adeguata ha innumerevoli benefici per tutte le fasce di età, non ultimi gli anziani. Lo sport, anche praticato in modo blando con semplici passeggiate o esercizi leggeri, previene molte patologie, migliora le condizioni delle articolazioni, combatte l’osteoporosi e il sovrappeso, mantiene attivo il metabolismo. Se praticata fuori di casa, inoltre, l’attività sportiva consente di coltivare i rapporti sociali, contrastando un fenomeno rischioso, per gli over 65, quanto le malattie del corpo: la solitudine”, sottolinea Michele Conversano, Presidente C.T.S. HappyAgeing. “Non a caso, recentemente il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha annunciato che il Governo sta lavorando alla definizione di un Programma Nazionale di Promozione dell’attività fisica che comprende anche la definizione delle modalità di prescrizione dell’esercizio fisico e di erogazione sul territorio nazionale. Un’iniziativa che accogliamo con grande soddisfazione, che dimostra quanto lo sport debba sempre più rientrare in una strategia di ampio respiro per la promozione di corretti stili di vita, la prevenzione delle patologie croniche non trasmissibili e il contrasto della sedentarietà”.

A evidenziare l’impegno delle istituzioni nazionali per favorire la qualità di vita delle fasce di popolazione più anziane del nostro Paese anche il Senatore Ignazio Zullo, promotore dell’Intergruppo Parlamentare per l’Invecchiamento Attivo, recentemente presentato in Senato. “Siamo impegnati per garantire un invecchiamento sano ai nostri cittadini attraverso politiche attive che toccano molti aspetti della vita: l’immunizzazione, l’alimentazione, gli screening, il corretto utilizzo dei farmaci e non ultima, l’attività fisica. Il DDL delega in Materia di Politiche in favore delle persone anziane – ricorda il Sen. Zullo – all’art. 3 impegna il Governo ad adottare uno o più decreti legislativi per promuovere la dignità e l’autonomia delle persone anziane, l’invecchiamento attivo e la prevenzione della fragilità in questa fascia di popolazione. Non mancherà da parte dell’Intergruppo Parlamentare l’impegno a mettere al centro dei decreti attuativi del DDL delega anche l’attività fisica, come elemento fondante della qualità di vita degli over 65”.

“Il movimento è vita – ribadisce Maurizio Massucci, membro del board del “Giornale Italiano di Medicina riabilitativa”, rivista della SIMFER – Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa – L’inattività, le molte ore trascorse seduti davanti alla televisione favoriscono, prima di tutto, l’insorgenza di malattie metaboliche e dell’apparato muscolo-scheletrico. Non solo, è ormai noto come chi si muove regolarmente allontani anche il rischio della depressione e della perdita di fiducia nel futuro. Basta poco per rimettersi in forma – assicura l’esperto – soprattutto per gli anziani”.

Consapevoli dell’importanza dell’attività fisica per gli over 65, anche praticata in casa per pochi minuti al giorno, HappyAgeing e SIMFER hanno promosso “Muoviamoci insieme”, un programma di 8 lezioni in video in cui viene spiegato come svolgere una serie di esercizi fisici pensati appositamente per gli anziani.