Innovabiomed 2021

La seconda edizione di Innovabiomed, il network place per l’innovazione biomedica si svolgerà in presenza il 2 e 3 luglio 2021 al centro congressi Palaexpo di Veronafiere, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.

 

l programma prevede relatori di rilievo internazionale, un’area business con la presenza di aziende altamente innovative e oltre 20 appuntamenti fra convegni, tavole rotonde e workshop. Innovabiomed è un evento patrocinato da Regione Veneto, Provincia di Verona, Comune di Verona, Università di Verona, Università di Padova, Ordine Nazionale dei Biologi, Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri del Veneto. Partner di Innovabiomed sono Confindustria Dispositivi Medici e Confimi Sanità. Partner organizzativo è RPM Media.

 

Fra gli ospiti della seconda edizione di InnovabiomedEnrico Bernini Carri, presidente del Centro Europeo Medicina delle Catastrofi; Massimiliano Boggetti, presidente di Confindustria Dispositivi Medici; Luigi Boggio, commissario Cluster Alisei; Giuseppe De Donno, direttore di Struttura complessa pneumologia e Utir Asst Mantova – Ospedale Carlo Poma; Mauro Ferrari, presidente e ceo Dxt Inc. e professore di Scienze farmaceutiche dell’Università di Washington; Fernanda Gellona, direttore generale di Confindustria Dispositivi Medici; Tommaso Ghidini, direttore della Divisione di Strutture, Meccanismi e Materiali dell’Agenzia Spaziale EuropeaAndrea Manto, preside Istituto Superiore di Scienze Religiose “Ecclesia Mater” Pontificia Università Lateranense; Claudio Micheletto, Direttore Unità Operativa Complessa di Pneumologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Verona; Alberto Minali, membro del Consiglio per l’Economia dello Stato della Città del Vaticano; Francesco Noce, presidente Federazione Regionale Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri del Veneto; Grazia Pertile, chirurgo vitreo-retinico, esperta internazionale di patologie retiniche e di terapie innovative; Massimo Pulin, presidente Confimi Sanità; Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene all’Università Cattolica del Sacro Cuore, direttore scientifico Istituti clinici scientifici Maugeri, presidente del Mission Board for Cancer della Commissione europea, presidente della World Federation of Public Health Associations, coordinatore del comitato scientifico della Fondazione Human Technopole; Francesco Gabbrielli, Direttore Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Assistenziali, Istituto Superiore di Sanità.

Ecco alcune anticipazioni sul programma del 2 e 3 luglio.

 

  • Venerdì 2 luglio ore 9,30

 

CONVEGNO INAUGURALE | The Health Care (R)evolution: Innovabiomed 2018-2021. Dove eravamo rimasti, dove stiamo andando e cosa ci ha insegnato l’emergenza Covid-19. Riflessioni su nanotecnologie, teranostica e oncologia di precisione; decellularizzazione e medicina rigenerativa; cuore umano, meccanico e biologico; nuovi percorsi dei sistemi sanitari; investimenti a sostegno dell’innovazione.

L’emergenza Coronavirus ha messo in evidenza criticità e punti di forza dei sistemi sanitari ponendoci ora davanti a una serie di interrogativi importanti. Come superare la logica dell’emergenza guardando alle sfide del medio e lungo periodo? Come fare tesoro di quanto accaduto e come sostenere l’innovazione? E, nel frattempo, in che direzione sta andando la ricerca in campo medico-scientifico?

 

  • Mercoledì 9 giugno ore 14,30

TAVOLTA ROTONDA | Procurement in emergenza, lezioni apprese da Covid-19. A cura di distrettobiomedicale.it
Convegno con la partecipazione del Cemec (Centro Europeo Medicina delle Catastrofi) e del progetto europeo imPURE (Injection Moulding Repurposing for Medical Supplies enabled by Additive Manufacturing).

 

 

  • Sabato 3 luglio ore 9,30

TAVOLA ROTONDA | Salute e sanità fra umanesimo e tecnologiascenario pubblico-privato, aspetti assicurativi e finanziari, progetti futuribili, implicazioni etiche, sociali e religiose

Per definire l’assetto del settore negli anni a venire il punto di partenza è prendere atto della rapidità dello sviluppo e riflettere su chi tra umanità e tecnologia debba guidare e chi essere guidato. Se da un lato è certo che l’innovazione avrà un impatto positivo sulla nostra salute, dall’altro non vanno sottovalutati i risvolti economici e sociali. Inoltre: quali saranno i ruoli del pubblico e del privato nella sanità del futuro? Quanto stretti saranno i rapporti con il mondo assicurativo e della finanza? Un approccio rigoroso nell’affrontare queste questioni può permetterci di mantenere il controllo dell’avanzamento tecnologico, evitando che gli esseri umani ne siano destabilizzati o addirittura travolti. Ricordando che anche i temi etici e religiosi sono destinati a entrare appieno nel dibattito pubblico sulla salute.

 

  • Sabato 3 luglio ore 11,30
  • TAVOLA ROTONDA | Virtual Hospital, small & big data management and Digital Health


L’ospedale del domani sarà certamente più digitale, basato sui dati e iperconnesso. Se oggi la digital health sta attraversando la propria fase pionieristica, con alcune accelerazioni legate all’emergenza Covid-19, sono già molti i temi su cui riflettere, da quello della tutela della privacy a quello dei protocolli per trattare le informazioni dei pazienti, fino alla gestione dei rischi e delle potenzialità legate all’utilizzo degli algoritmi. Una realtà in cui la risorsa strategica per essere competitivi e all’avanguardia è anzitutto la disponibilità di dati, con cui addestrare le intelligenze artificiali.

 

Il programma è in aggiornamento.

 

informazioni e aggiornamenti

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

02 - 03 Lug 2021
QR Code