Assemblea Generale Straordinaria dei Soci SIMFER – Roma, 30 marzo 2019

dvoo5 Archivio - Società

Cari Soci,

siete convocati a Roma, presso l’hotel Domus Australia (Via Cernaia, 14/b – Roma), in data 30 marzo 2019 alle ore 9.30 in prima convocazione e alle ore 10.30 in seconda convocazione, alla Assemblea Generale straordinaria della SIMFER per approvare le variazioni allo Statuto vigente.

Tali modifiche si rendono necessarie al fine di avviare il percorso di riconoscimento della Società presso la Prefettura, secondo quanto stabilito dal codice civile, su indicazione dei nostri consulenti legali e fiscali.

Come dal “TITOLO XV – MODIFICHE STATUTARIE” si ricorda che nei trenta giorni seguenti questa comunicazione, ogni socio potrà presentare altre proposte di modifica o emendamenti che saranno portate a conoscenza dei soci almeno trenta giorni prima della Assemblea. Successivamente proposte o modifiche non potranno più essere presentate: la discussione e la votazione riguarderanno solo gli articoli dei quali sono proposte le modifiche.

Le eventuali modifiche vanno inviate tramite email, congiuntamente, a: segreteria@simfer.it  e  presidente.simfer@gmail.com

link alla proposte di revisione dello Statuto

Il Presidente SIMFER

Il Segretario Generale SIMFER

 

 

nota:

Le associazioni riconosciute

Sono riconosciute le associazioni che hanno ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica da parte dello Stato.
La personalità giuridica consente alle associazioni di avere un’autonomia patrimoniale perfetta, ovvero si determina la separazione del patrimonio dell’ente da quello dei soci, che agiscono in nome e per conto dell’ente. Questo significa che le responsabilità di tipo economico derivanti da attività svolte dall’associazione ricadono solo sull’associazione e non sui patrimoni delle singole persone che la compongono o degli amministratori.
Le associazioni riconosciute possono usufruire di particolari benefici previsti dalla legge, come la possibilità di richiedere contributi da parte di enti pubblici. Hanno la possibilità di ricevere eredità e donazioni o di comprare immobili.
Per ottenere il riconoscimento della personalità giuridica è necessario stanziare un capitale che rimarrà vincolato: non potrà essere utilizzato per altri scopi dall’associazione, proprio perché rappresenta la garanzia della solvibilità dell’associazione stessa, in caso di obbligazioni verso terzi.

La costituzione dell’associazione riconosciuta deve avvenire secondo una procedura formale:

l’Atto costitutivo deve essere un atto pubblico, sottoscritto in presenza di un notaio o un pubblico ufficiale;
lo Statuto dell’associazione deve essere registrato presso l’Ufficio del Registro dell’Agenzia delle Entrate;
la domanda per il riconoscimento della personalità giuridica, insieme alla documentazione richiesta, deve essere presentata alla Prefettura della provincia in cui l’ente ha sede.
La richiesta deve essere presentata dal legale rappresentante dell’associazione. La Prefettura, accertata la presenza delle condizioni previste dalla normativa, l’esistenza di uno scopo possibile e lecito, e che il patrimonio sia sufficiente, la inoltrerà per l’approvazione, attraverso il Ministero competente, alla Presidenza della Repubblica.