Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Home

Workshop per lo sviluppo di una versione italiana del SIMPLE INTUITIVE DATASET ICF FOR CLINICAL USE organizzato da SIMFER ad Abano Terme

 

L’introduzione dell’International Classification of Functioning (ICF), ormai quasi quindici anni fa, ha rappresentato  per il settore della riabilitazione qualcosa di più di un semplice aggiornamento rispetto alla precedente classificazione ICIDH. Essa  infatti ha comportato un ripensamento del modo con cui vengono lette le relazioni salute-malattia-disabilità, ed ha fornito nuove opportunità di collegamento ed integrazione con altri ambiti disciplinari ed altri saperi professionali. Il modello teorico che sta alla base della classificazione ha trovato ampia condivisione in ambito riabilitativo; molto più problematica si è rivelata l’applicazione della classificazione nell’attività clinica quotidiana. I motivi sono di natura prevalentemente, anche se non esclusivamente, pratica: ad esempio la numerosità delle voci di codifica, che può comportare un particolare dispendio di risorse per la descrizione dei singoli casi. Per questo si rende necessario lo sviluppo di strumenti più semplici,  basati sulla selezione di una parte dei codici. 

Continue Reading

MANOVRA SANITA’ E RIABILITAZIONE: ne’ appropriatezza ne’ recupero di risorse senza continuita’ della presa in carico il contributo della SIMFER

                                   

 

Il testo della recente intesa Stato Regioni sulla “verifica e revisione del patto per la salute 2014-16” contiene diversi riferimenti al settore della riabilitazione; è comprensibile, se si considera il rilievo strategico ed il peso  di risorse assorbito da questo settore, dovuto agli attuali scenari del bisogno sanitario, sempre più connotato dalle problematiche delle condizioni disabilitanti a decorso cronico e della necessità di favorire il recupero o il mantenimento di autonomia ad un numero  crescente di persone con disabilità a lunga aspettativa di vita. 

Un punto specifico del testo riguarda l’obiettivo di riduzione dei ricoveri “potenzialmente inappropriati”  in area riabilitativa.

Il tema dell’appropriatezza, clinica ed organizzativa, chiama direttamente in causa le comunità professionali e le Società Scientifiche; la SIMFER ha piena consapevolezza di quanto sia indispensabile, per la stessa qualità e sostenibilità del sistema sanitario, utilizzare i regimi a maggior consumo di risorse solo quando realmente necessari.

Continue Reading

Cara Lorenzin, sul caso Stamina non era del tutto sola

Una Società Medico Scientifica non può che apprezzare l'iniziativa sui "falsi miti" in sanità promossa dal Ministero della Salute il 22 aprile scorso, ed il richiamo dello stesso Ministro a riaffermare l'importanza dell'alfabetizzazione scientifica nel contrastare la disinformazione che troppo spesso affligge un settore cruciale come quello della salute.

Continue Reading

Caso

Bando per la direzione della S.O.D.C. UNITA’ SPINALE UNIPOLARE dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi di Firenze

 

Probabilmente, già da oggi, grazie ai contatti tempestivamente sviluppati con la Presidenza della Regione Toscana e con la Presidenza del Consiglio, in accordo con le Associazioni Fiorentine e Nazionali delle persone con Lesioni Midollari, verrà ritirato il bando (link) che aveva suscitato la reazione della SIMFER e del SIMMFiR (link alla lettera)

Contatti Italiani

Contatti Internazionali