Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
  • Home

Milano: al festival futuro di AltroConsumo si parla anche di riabilitazione e dispositivi indossabili partecipazione della SIMFER


Fra il 2005 ed il 2017 il numero di lavori scientifici pubblicati sull’uso dei dispositivi indossabili (wearable devices) in ambito sanitario è decuplicato; un incremento minore, ma proporzionalmente identico, si è verificato negli studi dedicati specificamente ai wearables in ambito riabilitativo. Si tratta di un tema di crescente interesse non solo per  le persone che si rivolgono ai servizi riabilitativi e per i professionisti del settore, ma anche per il grande pubblico, visti i confini a volte piuttosto labili fra l’uso di queste tecnologie in campo sanitario ed altri ambiti, come quello del fitness o dell’attività fisica in generale.

Continue Reading

Saluto di fine mandato del Presidente Paolo Boldrini

Genova, 25 ottobre 2017


Care Socie e cari Soci della SIMFER,

a conclusione del mandato alla Presidenza della Società, desidero ancora una volta rinnovare la mia gratitudine per avermi concesso l’onore di rappresentarVi in questo triennio, e l’opportunità di conoscere ancor meglio la ricchezza che la nostra comunità sa esprimere.

Continue Reading

Al congresso di Genova i fisiatri italiani rinnovano le cariche sociali

Al congresso di Genova i fisiatri italiani rinnovano le cariche sociali
Il nuovo presidente Simfer è Pietro Fiore, ordinario all’Università di Bari
Confermato il segretario generale Giovanni Antonio Checchia, eletti anche otto consiglieri di presidenza e tre revisori dei conti

(link ai risultati, consultabili dopo login)

Genova, mercoledì 25 ottobre 2017


È Pietro Fiore il nuovo presidente dei fisiatri italiani
riuniti nella Simfer, la Società italiana di Medicina fisica e riabilitativa. Il docente di Medicina fisica e riabilitativa dell’Università di Bari è stato proclamato stamattina in seguito all’assemblea generale dei soci Simfer di lunedì 23 e alla successiva votazione che si è svolta durante il congresso nazionale che si tiene in questi giorni ai Magazzini del Cotone di Genova. Due i candidati in lizza per la carica di presidente. Oltre a Fiore era in corsa anche Calogero Foti, anche lui accademico, ordinario di Medicina fisica e riabilitativa all’Università di Roma “Tor Vergata”.
Il nuovo presidente resterà in carica per un triennio, fino ad ottobre 2020. Succede a Paolo Boldrini, che assume la carica di past president.
Rinnovato anche il Consiglio di presidenza, con l’elezione di Stefano Bargellesi, Andrea Bernetti, Donatella Bonaiuti, Rodolfo Brianti, Massimo Costa, Silvia Galeri, Bruna Lombardi e Alfredo Zambuto.
Per la carica di segretario generale confermato Giovanni Antonio Checchia, direttore della Struttura complessa ospedaliera di Medicina Riabilitativa nell’Asl 2 Savonese. Eletti anche i tre nuovi revisori dei conti: Pietro Marano, Giorgio Ferriero e Giovanni Iolascon.
«In queste settimane ho ripetuto più volte che la mia candidatura nasceva con un intento unitario», dichiara il neo presidente. «Il mio proposito è unire tutte le anime della nostra società scientifica. Frequento la Simfer da trent’anni e conosco di persona la maggior parte dei soci iscritti». “Rinnovamento nella continuità” è lo slogan di Fiore. «Non dobbiamo stravolgere ma continuare nel solco tracciato dal mio predecessore Paolo Boldrini, operando per creare una coesione sempre maggiore di tutti gli iscritti. Nel triennio precedente si è fatto molto per la ricerca e l’aggiornamento, proseguirò su questo solco, con particolare attenzione ai giovani colleghi, sia specializzandi sia giovani specialisti». «Sarò il presidente di tutta la Simfer», è la dichiarazione finale, «tutti i colleghi potranno e dovranno collaborare al bene della società e della Medicina fisica e riabilitativa italiana».

Continue Reading

A debate on “time of communication” in Healthcare: an italian issue only?

In Italy, a lively debate is currently under way in the health care sector. The hot topic is time spent by physicians and other health care professionals in communicating with patient. As one can imagine, different perspectives are expressed by professionals and policy makers.

Such a debate may have a significant, impact on the rehabilitation sector. The questions raised may be of interest for physiatrists and rehabilitation professionals working in other countries, For this reason, we think it’s could be helpful to share opinions on this topic. As a starting point, we present a contribution of the President of the Italian Society of PRM (SIMFER) recently published in italian on a popular online journal on healthcare.

Continue Reading

Contatti Italiani

Contatti Internazionali